Raggiunta un’intesa sui fondi destinati alle periferie, al termine di un fitto confronto con il Governo, in particolare con il Ministero per gli Affari regionali.

Grazie all’azione di ANCI, il Governo ha fatto un passo indietro mettendo di nuovo a disposizione le risorse già stanziate per le periferie, in modo da non fermare le progettazioni già avviate e i lavori relativi agli interventi programmati.

Rispetto a quanto previsto inizialmente, i fondi non saranno più anticipati dallo Stato, ma verranno erogati alle amministrazioni locali in base allo stato di avanzamento dei lavori. È comunque garantito il rimborso delle spese, assicurando agli Enti un quadro economico e giuridico certo negli anni, così da poter proseguire con la progettazione e l’appalto delle opere.
In questo modo, vengono tutelati i quasi 20 milioni di cittadini residenti nei 326 Comuni in tutta Italia complessivamente interessati dagli interventi.

ANCI Lombardia monitora attentamente la continuazione del bando, accompagnando nella gestione le Città coinvolte.

ANCI ha infine redatto, insieme a IFEL, una nota di lettura sull’accordo sottoscritto, disponibile qui

Clicca qui per leggere il testo completo dell’accordo.