Comuni più competenti nella gestione delle politiche abitative e di welfare

ANCI Lombardia ha supportato la Regione in tutte le fasi di sviluppo del sistema dei Servizi Abitativi Pubblici (SAP) delineato dalla LR 16/2016 “Disciplina regionale dei servizi abitativi”, svolgendo un continuo lavoro propositivo e di analisi in costante raccordo con i comuni. Numerose le proposte di modifica e di miglioramento avanzate sia in fase di definizione dei contenuti della legge che sul Regolamento Regionale n. 4 sui Servizi Abitativi Pubblici. In particolare, rispetto al Regolamento, accolte alcune importanti richieste dei Comuni, tra le quali la creazione di graduatorie uniche (non per categoria) e la possibilità di assegnare gli alloggi che si rendono disponibili tra un avviso e il successivo. Costante il confronto anche sulle Linee Guida per la definizione della condizione di indigenza e sulla di- sciplina dei Servizi Abitativi Transitori, che ha permesso di conseguire importanti risultati a vantaggio dei Comuni Lombardi. Sono circa 60 gli incontri sulle politiche abitative effettuati dal 2015 al 2019, tra tavoli di ANCI Lombardia ed interlocuzioni con la Regione.

Attualmente in corso il progetto di ANCI Lombardia, avviato a settembre 2018, per il supporto e accompagnamento allo sviluppo delle 35 reti territoriali – 844 Comuni pari al 56 % del territorio lombardo – facenti parte del Piano d’Intervento della Regione Lombardia Lab’Impact, nel quale ANCI Lombardia è partner (Fondo Asilo, Migrazione, Integrazione – FAMI 2014-2020). La competenza tecnica, la conoscenza e la capacità di ascolto delle esigenze dei Comuni, la tempestività nella risposta, sono gli elementi qualificanti dell’azione di ANCI Lombardia evidenziati dai Comuni. L’apporto di ANCI Lom- bardia nella realizzazione dei progetti locali viene riconosciuto come un’opportunità per sperimentare una metodologia di lavoro applicabile anche ai servizi comunali più consolidati, e occasione di approfondimento, confronto e condivisione di buone prassi. Sempre in riferimento al Fondo FAMI 2014 – 2020, in avvio anche il Piano della Regione Lombardia “Conoscere per integrarsi” che prevede azioni di formazione civico linguistica rivolte a cittadini di paesi terzi all’interno del quale ANCI Lombardia, come partner, gestirà servizi complementari per faci- litare l’accesso alla formazione, e il Progetto “Gestione delle migrazioni: formazione delle PA locali”,

Tra le attività più significative


  • Informazione, formazione e supporto ai Comuni sui temi della Riforma Socio-Sanitaria prevista dalla LR 23 del 2015.
  • Supporto e assistenza tecnica alla realizzazione della Misura Nidi Gratis.
  • Sostegno alla programmazione sociale locale con appositi Tavoli di lavoro e percorsi di confronto dialettico sulla suddivisione dei Fondi Nazionali (FNPS, FNA, “Dopodinoi”, Fondo Famiglia) e Regionali (FSR).
  • Accompagnamento alle misure di contrasto alla povertà, (REI e Reddito Di Cittadinanza), con 46 circolari emesse in totale solo su questo tema tra ottobre 2017 e luglio 2019.
  • Supporto ai Comuni nella gestione dell’accoglienza attraverso risposte a specifici quesiti e interpretazioni normative, con attività di divulgazione e informazione, attraverso la partecipazione alle Commissioni indette da ANCI nazionale.
  • Confronto con gli attori della sussidiarietà territoriale del welfare lombardo, quali, ad esempio, referenti regionali delle organizzazioni sindacali, del terzo settore e degli ordini professionali.