L’aumento della popolazione mondiale e il crescente sviluppo tecnologico hanno evidenziato l’insostenibilità dello sfruttamento delle risorse naturali e la conseguente necessità di riconvertire il sistema produttivo verso forme di economia circolare che puntino sul riutilizzo dei materiali e l’impiego di energie rinnovabili. 

Le indicazioni di Agenda 2030 dell’ONU e le conseguenti linee di indirizzo dell’Unione Europa richiedono una declinazione a livello locale che è in corso di elaborazione con il lavoro dell’Osservatorio sull’economia circolare e la transizione energetica attivato alla fine del 2018 da Regione Lombardia, al quale ANCI Lombardia partecipa attivamente con propri rappresentanti su tutti i tavoli tecnici attivati (fanghi da depurazione, rifiuti da costruzione e demolizione, scorie di fusione, spreco alimentare, efficienza energetica, fonti energetiche rinnovabili).

Una maggiore incisività nel campo del riciclo dei materiali è l’obiettivo di ANCI Lombardia anche per il rinnovo della convenzione ANCI-CONAI sul recupero degli imballaggi che scade nel 2019. Con questo obiettivo è stato costituito un tavolo tecnico con le associazioni delle imprese pubbliche per formulare proposte alla delegazione di ANCI nazionale.