A inizio 2017 ANCI Lombardia espone le principali criticità di due provvedimenti che interessano moltissimi Comuni: il Progetto di Legge (PDL) n.315 “Norme in materia di gestione delle popolazioni di cinghiali presenti sul territorio regionale e disciplina delle attività di recupero degli ungulati feriti” e il PDL n.318 “Gestione faunistico-venatoria del cinghiale”. Viene condivisa la possibilità di abbattimento quando i cinghiali mettono a repentaglio la salute e la vita; si sostiene invece che la salvaguardia della biodiversità vada garantita col controllo numerico e con le opportune attività di cattura, metodo ad alta efficacia. La protezione delle colture, infine, dovrebbe essere gestita sia con la realizzazione di barriere fisse dissuasive, sia con concreti e remunerativi indennizzi dei danni causati all’agricoltura dagli animali.