Firmato il 6 giugno 2017 l’accordo che dà il via al progetto GreenFEST (Green Festival and Events through Sustainable Tenders) che si concluderà nel 2020.

Il progetto avviato a ottobre 2017 – con un budget di circa 1 milione di euro finanziato al 60% da contributo europeo – vede ANCI Lombardia capofila degli 8 partner coinvolti tra comuni, associazioni, fondazioni e altri soggetti del mondo culturale e ha l’obiettivo di trasferire le buone pratiche di Green Public Procurement (“acquisti verdi della Pubblica Amministrazione”) esistenti in Italia nel settore delle attività culturali ad Amministrazioni Pubbliche e operatori privati del settore della cultura.

Nonostante la loro rilevanza economica e sociale, infatti, attualmente per le attività culturali non esistono ancora Criteri Comuni Europei né, in Italia, Criteri Ambientali Minimi che promuovano il Green Public Procurement. 

GreenFEST intende rispondere a questa criticità diffondendo, anche in questo settore di primaria importanza, che coinvolge numerosi fornitori, le esperienze positive esistenti relative a “Bandi Verdi” e Criteri Ambientali Minimi del Ministero dell’Ambiente.

A marzo 2018, il primo monitoraggio dell’agenzia EASME di Bruxelles ha esito positivo. 

Nel corso del 2018 il progetto si è sviluppato con una serie di incontri realizzati in tutta Italia con il coinvolgimento degli altri partner istituzionali e della rete di stakeholder interessati, per individuare i Criteri Ambientali Minimi (CAM) che saranno inseriti prossimamente nelle gare d’appalto relative al settore degli eventi e delle attività culturali, per una loro gestione sostenibile. I CAM sono stati definiti e sono state realizzate le Linee Guida per la loro corretta applicazione.

A ottobre 2018 GreenFEST è stato presente al XII Forum CompraVerde e ha partecipato al tavolo di lavoro che si è occupato della presentazione e discussione della prima bozza dei Criteri Ambientali Minimi per gli eventi culturali.