Il ruolo dei Comuni

In merito al PDA 42 “Proposta di Piano per lo sviluppo del Turismo e dell’attrattività in Lombardia”, ANCI Lombardia, pur condividendo le finalità e gli obiettivi della proposta di Piano nel suo complesso, a gennaio 2017 presenta delle osservazioni dettagliate.
In particolare, ritiene che il Piano non evidenzi adeguatamente il ruolo dei Comuni e la loro capacità di contribuire concretamente a migliorare l’offerta turistica.
La connessione tra i progetti legati alla raccolta della tassa di soggiorno nei Comuni che l’hanno introdotta, potrebbe rappresentare un esempio concreto di sviluppo virtuoso dell’attrazione turistica; così come l’adozione del sistema che mette in rete a livello nazionale i “Borghi più belli d’Italia”, alla quale partecipano già una ventina di Comuni lombardi, potrebbe contribuire a valorizzare i piccoli Comuni.

Distretti del commercio

ANCI Lombardia invita la Regione a valutare, nelle forme di finanziamento previste, la possibilità di intervento sui progetti dei Distretti del commercio, studiando in particolare bandi per incentivare i Comuni minori e periferici. L’obiettivo è il rilancio del territorio finalizzato al suo ripopolamento e al mantenimento dei mestieri che ben rappresentano la tradizione, la cultura lombarda e i suoi saperi nel sistema dell’offerta turistica regionale.

Agriturismi e case vacanze

Un altro aspetto che ANCI Lombardia ritiene importante per il Piano per lo sviluppo del turismo e dell’attrattività è il ruolo degli agriturismi, una realtà che sempre più acquisisce quote di mercato. Pur trattandosi di un tema sostanzialmente legato all’agricoltura, appare inverosimile una sua esclusione dal quadro generale dell’offerta turistica Lombarda. Occorre, quindi, avviare opportuni, quanto imprescindibili, ragionamenti volti ad un loro inserimento nel sistema regionale. Rispetto alla presa d’atto della riduzione dell’offerta alberghiera e del suo trend negativo, anche il tema delle case vacanze deve essere attentamente monitorato, in quanto rappresentativo di una domanda costantemente in crescita, che ANCI Lombardia ritiene necessiti di regolamentazioni sostenibili relativamente ai controlli sulle presenze e per l’incidenza sui servizi non solo locali. L’elevata richiesta di case vacanza e nuovi servizi, come Airbnb, impattano sui Comuni sia per gli aspetti economici e fiscali che per quelli relativi alla sicurezza.