Nella Regione che conta il maggior numero di piccoli Comuni (fino ai 5.000 abitanti) ANCI Lombardia ha sempre sostenuto le forme di gestione associata come risposta alla ricerca di una maggiore adeguatezza, efficacia ed efficienza dei livelli di governo.

Con l’obiettivo di rinforzare il ruolo dei piccoli Comuni nel riordino territoriale lombardo, nel 2014 ANCI Lombardia lavora alla modifica della Legge Regionale 19/08 per la parte relativa alle Unioni e alla loro regolamentazione. Con l’accoglimento delle proposte dell’Associazione alla bozza di legge, ottiene una maggiore coerenza nella definizione di Unione tra livello regionale e norme nazionali e l’avvio di un registro ufficiale regionale delle Unioni. 

Il 30 dicembre 2014 la Legge Regionale 35 recepisce le modifiche sostanziali sulle Unioni di Comuni in Lombardia, elaborate in forma congiunta dai Dipartimenti Piccoli Comuni e Riforme Istituzionali di ANCI Lombardia relative alla governance e messa in Gestione Associata di almeno 5 funzioni fondamentali, con maggiore allineamento alla normativa nazionale.

Nel 2015, dopo un attento lavoro di analisi delle criticità a livello regionale e nazionale ANCI chiede al Governo e al Ministro degli Interni il superamento della GAO (Gestione Associata Obbligatoria) e la sua sospensione verso un nuovo processo di riforma territoriale con l’articolazione di aree vaste e ambiti/bacini omogenei. All’interno del Decreto legge Milleproroghe è accolta la richiesta di ANCI Lombardia e ANCI sulla proroga ulteriore della Gestione Associata Obbligatoria di un anno e la previsione del suo superamento verso un nuovo riassetto territoriale. Nel 2015 ANCI Lombardia ottiene, inoltre, nel nuovo Regolamento per il finanziamento delle Unioni, il loro riconoscimento come soggetto aggregatore delle funzioni dei Comuni all’interno delle Zone Omogenee, proposte nel riordino territoriale elaborato da ANCI.

Il 26 Aprile 2016 il Direttivo di ANCI Lombardia approva il documento congiunto sul riordino territoriale, elaborato in collaborazione con il Dipartimento Riforme Istituzionali.
Dal 9 giugno al 20 luglio si svolge il tour di incontri con i Sindaci dei piccoli Comuni in tutte le province della Lombardia per illustrare le novità sul riordino territoriale e spiegare la proposta congiunta di ANCI e UPL, aprendo una fase di ascolto sulla gestione associata e sulle criticità per i Piccoli comuni.
L’8 ottobre si svolge a Moniga del Garda l’Assemblea Regionale dei Piccoli Comuni “Semplicemente…Piccoli Comuni! La necessità di semplificazione tra associazionismo e burocrazia” sul tema del riordino territoriale e della formazione di nuove Zone Omogenee.

A dicembre 2018 è viene siglato con Regione Lombardia il “Protocollo d’intesa finalizzato all’attivazione del Tavolo di confronto per il riordino istituzionale” , i cui obiettivi sono:

  • dare maggiore accompagnamento ai Comuni sulle gestioni associate;
  • affiancare le amministrazioni che avviano percorsi di fusione;
  • valorizzazione dei piccoli comuni, in linea con l’approvazione della Legge Realacci.