La revisione del DPR 380/2001 è uno dei passaggi cruciali nel più generale processo di revisione delle norme statali e regionali sull’edilizia. Con la costituzione formale di un Gruppo tecnico di esperti (all’interno del quale partecipano Regione Lombardia e ANCI Lombardia) coordinato dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, si apre una delle fasi più delicate per l’aggiornamento e l’efficientamento della strumentazione normativa rispetto alle nuove domande del mercato immobiliare e delle comunità urbane. 

Nel 2017 e 2018 ANCI Lombardia partecipa con un proprio referente all’interno del gruppo di lavoro presieduto dal Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici. ANCI Lombardia ha promosso la formazione di un gruppo di esperti composto da avvocati, referenti del Politecnico di Milano e degli ordini professionali, per meglio rappresentare la complessità della nostra Regione.

La revisione del Testo Unico per l’Edilizia ha una particolare rilevanza perché si interviene o sul “testo principale” capace di mettere a sistema, in una visione di razionalizzazione delle norme, le molte modifiche che negli ultimi anni sono state introdotte con il richiamo alla “semplificazione” e allo stesso tempo si presenta come un’importante opportunità per trovare nuove forme di attuazione dei temi della rigenerazione urbana.

L’importanza di questa nuova proposta di legge sulle costruzioni coinvolge ANCI Lombardia in modo diretto nella prima parte delle norme rivolte ai titoli e alle procedure edilizie.